Le cose tristi nel mondo.

e siccome sto conducendo uno studio scientifico sulle cose più tristi, vi esporrò i primi risultati di questa ricerca. alla quale non mi sto dedicando anima e corpo.

è triste quando la gente al supermercato si ferma vicino ai banchetti di quelli che ti fanno le ricerche genealogiche (o era geologiche? boh) e ti dicono sempre che sei parente a un vassallo o a un conte della corte di Federico Barbarossa o Federico II o re Artù. e loro ci credono e si appendono il cartoncino del titolo nobiliare e del finto stemma vicino alla porta e così quando uno entra dice “ah, tu sei parente a un vassallo o a un conte della corte di Federico Barbarossa o Federico II o re Artù” e pensa in realtà: “che tristezz”.

è triste quando la notte invece di uscire ti guardi una puntata di Porta a porta con Bruno Vespa che parla di Marta Marzotto e tu non sai chi è Marta Marzotto e ti credevi che era un modo di dire come “avere la sabbia a culo”.

è triste Bruno Vespa.

è triste quando vai a mare e la tua vicina di ombrellone sta in topless. e tu ti metti in imbarazzo per lei, anche perchè tiene le tette come salsicce abbrustolite.

è triste quando ti vomiti sulle scarpe, poi quando le lavi ci vomiti un’altra volta sopra. almeno potevi vomitare su quelle degli altri.

è triste quando gli altri ti vomitano sulle scarpe.

è triste se la tua fidanzata va in vacanza e quando torna ti dice che è incinta e il figlio è tuo, poi dopo nove mesi il bebè esce con gli occhi a mandorla, e dice “scusa mi ero confusa”. e pensa “nacc di sei camerate dell’ostello di Reykjavik che mi sono trombata, proprio l’asiatico doveva mettermi incinta”.

è triste quando poi sempre la tua fidanzata è mia mamma.

è triste il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente.

è triste quando il tuo fidanzato è l’asiatico che mette incinta tua mamma. eh.

è triste quando ti chiedono 3-4 anni di esperienza lavorativa per assumerti per uccidere le zanzare tigre nello sgabuzzino delle scope.

è triste quando canti “la nave va nel mare, porta via con se le delusioni che non riusciamo a dimenticare”, ma canzone dell’estate in realtà è quella di Vasco Rossi che parla di un vecchio rattuso che vuole trombarsi qualunque cosa si muova, soprattutto se è un culo con un tanga, e poi il vecchio fa la faccia di allupato e si muove come un vecchio tricheco unto e azzeccoso. e quel vecchio di cui parla la canzone è lui medesimo, cioè Vasco Rossi.

è triste una classifica delle cose tristi un po’ estive che parla di vacanze e cose estive. o no? no! buone vacanze da me e Skanna, qui in una una foto mentre salutiamo la nave che va. ehmmm, scusate la foto giusta di me e Skanna è questa qui. ciau.

lilja_io_lo_leggo_sui_risi

13 Risposte so far »

  1. 1

    skanna said,

    liljaa nella foto hai una tette più in su dell’altra di almeno 20 cm😀

  2. 2

    paoloechiaro said,

    ho le tette non apparate… è vero.

  3. 3

    absurd said,

    ti citerò x la storia dell’asiatico:
    il copyright delle scopate con asiatici/neri di una fidanzata in vacanza ke cerca di spacciare il figlio avuto da questa relazione extra coniugale al fidanzato cornuto ke nel frattempo ke la ragazza era a granada…ops in vacanza è stato cornificato perkè la tipa è zoccola ed è andata in vacanza x capotare granada ops il luogo di villeggiatura
    ti citerò come mediaset ha fatto con iutiub e gugol:
    500 mila strabiliardi di caramelle mu

  4. 4

    paoloechiaro said,

    spepp, il copirait non lo avrai mai. però una storia tanto subdola e infame solo tu potevi elaborarla. ma proprio per questo non avrai nemmeno una caramella mou, solo tappi di duff ncuollo.

  5. 5

    absurd said,

    mi accontento

  6. 6

    paoloechiaro said,

    e la maledizione della pereta.

  7. 7

    absurd said,

    ke ti maledica x sempre…

  8. 8

    skanna da L.A. said,

    liljaa hai il tel occupato nnaggiamarin.

  9. 9

    skanna da L.A. said,

    cheppalle devo chiamartiiiiiii

  10. 10

    codicebarra said,

    mi avete reso triste stamattina
    ufff

  11. 11

    PAOLO?
    CHIARO?

    Where are you?? ancora IN ITALIA???

    Vivete. ADESSO.

    thecodebreaker
    http://www.againstallblogs.it

  12. 12

    di-sperso said,

    niente da fare
    si sono di-sperse

  13. 13

    skanna said,

    è la vita.


Comment RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: